Edizioni Terra Santa
La trappola del virus - Camillo Ripamonti, Chiara Tintori

La trappola del virus

Diritti, emarginazione e migranti ai tempi della pandemia

Liberarsi dalla trappola del virus è sollevare lo sguardo impaurito e guardare oltre se stessi incontrando così il volto del povero. È rammendare relazioni sfilacciate e recuperare quella fiducia reciproca che sola può alimentare l’amicizia sociale.

«Siamo tutti sulla stessa barca». Lo abbiamo ascoltato da papa Francesco nel pieno silenzio della pandemia. E poi ce lo siamo ripetuti mille altre volte: o ci salviamo tutti insieme, o periamo tutti insieme. Ma la percezione della comune sorte, in quanto esseri umani, si è ben presto infranta contro la scottante realtà. Il coronavirus non ci ha trovato tutti uguali e non ci ha resi tali.

Per le persone che vivono ai margini, per gli invisibili, la pandemia è stata una vera e propria trappola. Come hanno vissuto il lockdown i senza dimora, i rifugiati, i migranti? Come stanno affrontando la crisi socio-sanitaria?

L’emergenza e le misure di contenimento della pandemia da Covid-19, per noi “cittadini”, hanno portato alla limitazione dell’esercizio di alcuni diritti, ma per coloro che la nostra società relega ai margini, i diritti inviolabili dell’uomo, sanciti anche dalla nostra Costituzione, non hanno ancora trovato una tutela adeguata. Infatti, dove i diritti di tutti, a cominciare dagli ultimi, sono protetti e garantiti, lì c’è una democrazia matura. La conclusione è che forse l’Italia non lo è ancora. Un dialogo serrato e provocatorio sul rapporto tra i diritti e l’emarginazione, a partire da un punto di vista privilegiato: quello delle persone richiedenti asilo, raccolto grazie all’esperienza del Centro Astalli (Servizio dei Gesuiti per i Rifugiati), di cui Camillo Ripamonti è presidente.

Prefazione di Gherardo Colombo.

continua

Lingua: Italiano
Numero pagine: 112
Formato: Libro
Anno di pubblicazione: 2021
ISBN: 9788862408394

Editore: Edizioni Terra Santa
Collana: Saggi

Condividi
Autori

Camillo Ripamonti è medico e gesuita. Dal 2014 è presidente del Centro Astalli, sede italiana del Servizio dei Gesuiti per i Rifugiati. Collabora con La Civiltà Cattolica, Avvenire, Huffington Post, con commenti e contributi sul tema dei rifugiati, delle migrazioni e del dialogo interreligioso.

Chiara Tintori, dopo il dottorato di ricerca in Scienza della Politica all’Università degli Studi di Firenze, ha svolto attività di ricerca e di docenza in varie università italiane. Dal 2019 fa parte del Consiglio direttivo di Filantropia Attiva Italiana.

Altri titoli a catalogo
Ti potrebbe interessare
Meno è di più - Francesco Antonioli

Meno è di più

Le Regole monastiche di Francesco e Benedetto per ridare anima all’economia, alla finanza, all’impresa e al lavoro
Perché l’Amazzonia ci salverà - Giuseppe Buffon

Perché l’Amazzonia ci salverà

Francesco, la Madre Terra e il futuro dell’Occidente

Articolo aggiunto al carrello!

vai alla cassa continua la navigazione